giovedì 16 febbraio 2012

Ma c’è o non c’è?



«…C’è la luna sui tetti \ C’è Lentano in tv…»

- Rino, c’è Ronte?
- No, c’è Lentano.

«…Ai momenti che Celentano, preferisco quando Celhoinmano…»

«…Quando c’era Lentano, caro lei…»

«…Dove c’è Lentano, c’è casa…»

«…Lentano c’è!!!…»

«…C’era una volta Lentano…»

«…C’è Lentano e Lentano…»

«…C’è un grande Lentano verde, dove crescono speranze…»

«…Non c’è Lentano senza tre…»

«…Non c’è peggior Lentano di chi non vuol sentire…»

«…Non c’è Lentano per gatti…»

«…Se c’è Lentano, è Jim…»

«…C’è Lentano nell’aria…»

- C’è Lentano su Marte?
- Mah…giusto un po’ il mercoledì sera…

- Ma almeno c’è Guevara?
- Nohooo: c’è sempre e solo Lentano!
- Grazie…
- Non c’è Lentano di che…

«…C’è Lentano per te…»

«…C’è Lentano in Danimarca…» (“Amleto” – Atto I, scena prima – di William Schelentano)

«…Son d'accordo con voi,
non esiste una terra
dove non ci son santi né eroi
e se non ci son ladri,
e se non c'è mai la guerra,
forse è proprio l'isola che non c'è Lentano…»

4 commenti:

Vanessa Valentine ha detto...

Ahahahahah :))))))
Ridiamoci su, Gilli, ben rende l'idea l'omino travolto dalla valanga scrotale...
che bols Sanremo e che bols tutto il dinosaurame televisivo che si porta dietro...meglio una replica su Rai5, dico io. O un libro o...altro.;)))))
Kissoni.
PS: che succese, a Spotty?? mi chiede di dimostrare di non essere un robot...oddio, non so mica se ci riesco...;))))

Gillipixel ha detto...

@->Vale: eheheheheh :-) ma sì, Vale :-) non è per fare lo snob, confesso di essere assuntore di espressioni culturali di massa ben più corrive ed ordinarie :-) ma non so, Sanremo non mi ha mai appassionato...tutta la tiritera di Celentano poi è una fracassata di zebedei senza pari :-) ehehehhe :-) l'omino valangascrotato è tremendo :-)

Spotty fa le bizze? Si vede anche lui si è accorto che c'è Lentano nell'aria :-)

Bacini kissosi :-)

Antonella ha detto...

un tempo si usava dire: " una risata vi seppellirà" nella convinzione che la derisione di certi atteggiamenti fosse più funzionale di qualsiasi replica. Ora , devo dire, che mi viene meno da ridere. E quando vedo qualcuno che si erige a giudice siupremo e che parla senza avere contraddittorio mi fa invece super incazzare. Quando ho visto Celentano, al di là della sua età o delle sue idee, auspicare censure e dire che uno era imbecille senza argomentare le sue posizioni mi è venuto da cambviare canale subito. E l'applauso alla dichiarazione di chiudere i giornali? Le persone sono brave , ma quando le metti a far massa diventano forcaiole per attitudine e per vizio. Per questo odio la folla e non sarò mai Sindaco

Gillipixel ha detto...

@->Antonella: condivido ogni sillaba che hai scritto, Anto :-) ricordi quando si parlava dell'attualità dei Promessi sposi? Anche in questo non siamo cambiati di una virgola rispetto al 1600: i tumulti per il pane erano sempre innescati da qualche boccalone che le sparava grosse, senza fondamento alcuno alle sue parole, e tutti dietro acriticamente...non ha nessun titolo per parlare per un'ora alla tele senza confronto con nessun altro: sarà anche un bravo cantante, ma da qui a parlare dei massimi sistemi, che minchia c'entra? Quei ragionamenti li senti pari pari in ogni bar, tutti i giorni... perché lui può avere il privilegio di andare a spararli nei cervelli di mezza Italia, pagato anche esageratamente, e invece un altro degustatore di bianchini del bar qualsiasi non può farlo?

Non se riderne sia la sola soluzione...stavolta mi ha preso così :-)

Bacini a sorriso :-)