martedì 4 agosto 2009

Midsummer night's bullshit


Mi lamentavo con un collega di lavoro a proposito della sfortuna cronica che in certi periodi della vita sembra ti si avvinghi alle caviglie, facendoti fare dei ruzzoloni ad ogni tentativo di compiere un passo avanti in qualsiasi avventura dell'esistenza tu ti voglia imbarcare.
«Ah!!!...Se solo potessi azzeccare il 6 al SuperEnalotto, alla prossima estrazione...» ho sbottato ad un certo punto.
«Ma la schedina l'hai giocata almeno?...» mi fa lui.
«Ma scusa...» ho ripreso ancora io, «se deve essere culo, che sia culo fino in fondo: io "pretendo" di trovare la schedina vincente direttamente passeggiando per strada, scivolata fuori dalla tasca dell'incauto giocatore distratto. Già porto fuori il cane a pisciare. Poi riporto in casa il cane pisciato. Ecchéccaspita, anche la schedina adesso...mica potrò fare tutto io, eh?!?!...». (*)

(*) = Per dirla proprio tutta, io il cane non ce l'ho nemmeno...

2 commenti:

farlocca farlocchissima ha detto...

diceva il saggio: Allah ti protegge ma tu lega il tuo cammello... ovvero e dajela na mano! :-D

gillipixel ha detto...

ahahhahahahha...ecco dove sbagliavo, Farly: non devo portare fuori il cane a far pipì, ma il cammello!!! :-D
E vvvai!!! Il 6 è assicurato!!!
:-D