venerdì 13 marzo 2009

If the wind were colors / And if the air could speak



«...Ben ritrovati cari amici di "Radio OrsoAsociale", sono sempre io, il vostro DJ Scaracchione e questo è il nostro nuovo appuntamento con le dediche in diretta...chi abbiamo in linea?...»
«... Ciao caro Scarra ... ehm ... o devo chiamarti Chione? ... sono Orsetto42 ...»
«... Ciao vecchia suola!!! Come te la passi? ... è un po' che non ci si sente ...se non sbaglio, dai tempi del tuo pre-pensionamento spirituale ...»
«... Eh, sì ...ehm, già ... avevo appena finito la terza asilo nido ... bei tempi, già ... ehm...»
«... Allora, evacua subito la tua dedica!!! ...»
«... Ehm, ecco ... io ... insomma ... ecco ... ehm ... volevo dedicare, Uéndel Giii, una fantastica canzone degli Ar. I. Em., prima di tutto a me stesso e poi a tutti i miei pochi lettori che hanno lasciato un commento e infine, ma non ultimi, a tutti i miei pochi lettori che non hanno mai commentato ... volevo solo dire che vi voglio bene a tutti...e a'fangùl'a'gramattica!!! ..."

******

"...That's when Wendell Gee takes a tug
Upon the string that held the line of trees
Behind the house he lived in
He was reared to give respect
But somewhere down the line he chose
To whistle as the wind blows
Whistle as the wind blows with me

He had a dream one night
That the tree had lost its middle
So he built a trunk of chicken wire
To try to hold it up
But the wire, the wire turned to lizard skin
And when he climbed inside
There wasn't even time to say
Goodbye to Wendell Gee
So whistle as the wind blows
Whistle as the wind blows with me

There wasn't even time to say
Goodbye to Wendell Gee
So whistle as the wind blows
Whistle as the wind blows with me
If the wind were colors
And if the air could speak
Then whistle as the wind blows
Whistle as the wind blows..."

Wendell Gee
R.E.M. - 1985


P.S.: I due versi evidenziati in grassetto, a mio modesto parere, sono così belli che quando la canzone giunge a quel punto, mi vien voglia di bestemmiare dall'estasi estetica e dalla felicità...va mo' làh!!! :-)
E per chi la volesse risentire visivamente micificata, eccovi accontentati:


6 commenti:

elena ha detto...

quella cosa lì, rossa e pelosa sarebbe il tuo micio?:))))
E quell'altro moro e peloso pure lui saresti tu?:))))
Ti ho scoperto!!

farlocca farlocchissima ha detto...

i REM sono tra i miei preferiti con crisi di commozione varie :-)ecco la mia preferita con grado di commozione a fondo scala http://www.youtube.com/watch?v=8AKycxKtHLo
( ma quella palla di pelo strepitosa è amico tuo?)

gillipixel ha detto...

@->Dipòk: nooooooooo :-)...non è il mio micio e nemmeno quello sono io :-) io sono un ragazzino disadattato e la barba forse mi crescerà l'anno venturo, quando finirò la raccolta di figurine e mi avranno tolto l'apparecchio per i denti :-)

cymbolo, sussurra blogspot, che oggi mi sembra un tantino burloncello :-)

gillipixel ha detto...

@->Farly: ai REM sono legati tanti momenti della mia vita :-)
"The one I love" è bellissima, concordo...intorno a quegli anni, coi miei amici, ci eravamo messi in testa di fondare un gruppo rock :-)
Le prove le facevamo d'estate, di sera, al buio, in riva al fiume..."The one I love" doveva essere il nostro pezzo forte e io ero il cantante :-D
Dopo poco ricominciarono scuole, università varie, e i freddi autunnali, e un tremendo potenziale rock venne gettato al vento :-)
I REM li ho visti a Milano nel 94: Michael Stipe sfoggiava un fantastico maglioncino con mono-guanto integrato alla manica, solo sulla mano sinistra, e a vederelo mi prese un grande desiderio di sposarlo :-DDD

farlocca farlocchissima ha detto...

mi piace tanto questa immagine di te al concerto che ti vuoi sposare Stipe :D ci ridacchio da stamattina ti immagino gattescamente che fai le fusa :DD

gillipixel ha detto...

ahahhahhaha :-D ma Farly!!! :-) ...che scena raccapricciantemente fuori di testa, in effetti :-)
ehehehe...racne dice blogspot, una sorta di incrocio bestiolinico ragnesco che balzella gracidando dentro a stagni intessuti all'uncinetto :-)