sabato 11 aprile 2009

Pasqua felina a tutti

Vorrei fare gli auguri di buona Pasqua a tutti i miei cari lettori, fondando nel contempo anche una nuova arte. Cioè, non è che la fondo io, a dire il vero. Si tratta di un'arte che non viene nè da me, nè da nessun altro umano. E non nasce nemmeno adesso. Sono secoli che esiste e la praticano i nostri amici gatti.
E' l'arte dello "scovare i posti più buffi e strani in cui dormire".
Questo campagnoletto palla di pelo che vedete nella foto ha ben pensato poi di applicarsi in modo particolarmente consono alla ricorrenza, auto-confezionandosi in foggia di uovo pasquale pelliccioso dentro un vaso che forse poi ospiterà anche dei fiori, ma nel frattempo ci è sbocciato lui.
Pasqua felina dunque e un abbraccio a tutti quelli che son passati, passano e passeranno di qui!




4 commenti:

farlocca farlocchissima ha detto...

1) grazie degli auguri :)
2) ecco ora ... ehm non sarei poi così poetico fossi in te su gatti e vasi pieni di terra, tu vuoti il vaso, ci metti la terra, i semi delle nuove piante e loro, fetusi, ci si mettono dentro, prima ci dormicchiano poi... va be' e addio piante nuove!

emashe... ecco cosa succede lo sa pure l'oracolo casuale

gillipixel ha detto...

E' vero, Farly, in tempo ordinario i gatti sanno anche essere dei gran guastatori :-) ma per Pasqua concedono una tregua: vedi infatti che non ha nemmeno scavato tutto il vaso? :-D

secondo me fanno sempre tutto con un doppio fine poetico: la loro poesia consiste nel fare l'esatto contrario di quanto gli umani vorrebbero, sempre e comunque :-)

farlocca farlocchissima ha detto...

ma manco un po'! altro che poesia! è puro esclusivo interesse personale :D

gillipixel ha detto...

già...mi sa che ho gli occhi troppo farciti di buonismo della peggior risma :-D