mercoledì 1 aprile 2009

Genius temporis


Sembrava un’ora fa che avevamo tirato indietro di un’ora.
E invece rieccoci qui a rimetterci ancora avanti.
Sembrava un’ora fa che, per la sospirata fine dell’ora legale, mi ero sbizzarrito a rimodellare con gaudio l’«A se stesso» di giacominica memoria.
E invece sono passati già 5 mesi circa.
So di non avere alleati in questa causa persa nonché inutile.
Tutti a dire “che bello”, ”c’è un’ora di luce in più alla sera”, ”torno a casa e posso fare ancora tante cose”, ”there are birds on the trees”…et quartetto cetera, et quartetto cetera.
Fin qui posso essere d’accordo: a chi non piace vedere la sera che arriva potendola chiamare ancora giorno?
La mia avversione per l’ora legale non ha infatti sfumature di tono meramente cronologiche, ma presenta caratteri ben più esistenziali.
Ha a che fare con il genius loci.
O meglio, con il genius temporis.
Mi appello al mio diritto (riconosciuto dalla Convenzione Universale dell’Età dell’Oro) di medievaleggiare in santa pace, e mi dispiace, ma un’ora della giornata non equivale a quella che la segue immediatamente, e nemmeno a quella che la precede.
Un orario è se stesso e basta.
Tenendo buono il paragone con lo spazio, l’ora legale è come se un bel giorno di primavera vi dicessero di scalare la vostra residenza di un posto: ognuno vada nella casa del vicino e così via a catena, giù fino alle porte dell’inverno prossimo.
A proposito di una simile eventualità, mi scappa da mescolare qualche sorriso alla speranza che immediatamente confinante con la villa di Arcore si trovi una misera stamberga abitata da gente modestissima (però sia almeno una unifamiliare contemplata dal nuovo Piano Casa).
Insomma, non saprei ancora cosa aggiungere…l’ora legale è come prendere Rosi Bindi e Naomi Campbell, misurare le loro altezze (metti siano 1 e 60 la Rosi, a dargli del fiato, e 1 e 75 la Naomi), prendere un cm. della Rosi e uno della Naomi, e dire che sono due cm. uguali fra di loro.
Con tutto il rispetto per l’avvenenza della Bindi e per l’acume politico della Campbell (categorie sulle quali non mi sento di sbilanciarmi con giudizi di sorta), per me 10 mm. della Rosi sono diversi da 10 mm. della Naomi.
Sarà per questo dunque che lo scorso 22 ottobre, col ritorno dell’ora solare alle porte, mi ero sentito di schuerzueggiuar poeutando
E invece lunedì mattina, quando la sveglia è suonata illecitamente alle 5 invece delle 6 (che per me doveva essere l’unico orario legalmente riconosciuto), mi sono sentito solo di sussurrare fra me e me, con leggiadro favellar: «…Diu c’ha‘g vegna n’acidènt a l’ora legale, lì e chi l’ha càgada...».

12 commenti:

farlocca farlocchissima ha detto...

mica mi hai convinto... l'esempio bindi-cambell ovviamente non regge se non per un fatto cromatico, magari la bindi ha una pelle bellissima solo che non la fa vedere... il fatto delle 5 è penoso solo per un paio di giorni, dopodiché sono di nuovo le sei, basta non pensarci. ecco ti potrei appoggiare solo su di una motivazione anarchica... "il tempo non è definibile dallo stato" ma a quel punto devi demolire tutti gli orologi :-D

farlocca farlocchissima ha detto...

ho trovato uno che la pensa come te
http://scrittiapocrifi.wordpress.com/2009/03/31/ora-illegale/ :)

rosalux ha detto...

Uhm, io devo essere coriacea: l'ora legale non mi fa ne' caldo ne' freddo, non me ne accorgo manco il giorno in cui scatta...
Però il post del gil mi ha fatto ridere, soprattutto l'idea dello spostamento spaziale nella casa dei vicini...eheehehhehehheheh

gillipixel ha detto...

ahhahahaahhaha :-) Grazie amicissime Rose e Farly :-) lo avevo anticipato però: non speravo di trovare alleati in questa inutile causa :-)
@->Farly: forse il parallelo Bindi-Campbell non l'ho sviscerato come intendevo...infatti quello che dici tu è proprio il concetto che volevo far passare...non facevo questioni di bellezza (anche se ad un livello superficiale del discorso tutti possono cogliere quel dato)...dicevo solo che un cm. di bindi e un cm. di campbell sono sì quantitativamente sempre un cm., ma qualitativamente sono diversi fra loro, però non esprimevo giudizi (e infatti lo puntualizzo nel testo)... :-)
Grazie Rose per le belle parole e per la segnalazione...mo' ci do un occhio :-)

farlocca farlocchissima ha detto...

:) ok lo so che non intendevi una valutazione di bellezza, dicevo che solo che forse ogni cm ha le sue qualità, basta cercarle... oh blogspot è categorico stamattina... disess

gillipixel ha detto...

ehehehehe :-) certo, Farly...infatti quello che volevo sottolineare è proprio la differenza qualitativa che ci passa fra due entità quantitativamente uguali (i cm.)
:-)
poi, ti dirò: conoscendo la mia propensione per le cose non convenzionali, nell'eventualità fra una serata a cena con la Bindi e una con la Campbell, probabilmente sceglierei la Rosi
:-)
A me blogspot invita a fare un viaggio a rionvall...ti va di farci un giretto assieme? :-)

farlocca farlocchissima ha detto...

se non altro a cena con la bindi non rischi di prendere due sberle che la naomi si dice abbia un carattere quanto mai "vivace"... ecco e poi magari la prima condivide volentieri un po' di cucina delle tue parti :-)))
se a rionvall si mangia bene vengo anch'io, si potrebbe provare il ristorante milin or ora suggerito dall'oracolo letterario ....

gillipixel ha detto...

Affare fatto, Farly: prentoto per telefono alla signora Mepoma, cuoca del Milin, che la conosco... :-) faccio preparare i sationde alla griglia :-D...
poi si fa due passi sulle rive del lago Agoloc :-D

farlocca farlocchissima ha detto...

sì sì adoro le gite surreali!! e infatti andiegad

gillipixel ha detto...

allora prenditi questo:
glinglin :-)
(...speriamo che la neuro non sia in ascolto :-D

Maffy ha detto...

non ho capito molto bene.....

ma come nasce questo accostamento bindi campbell? è inquietante.... anche rapportato alla sola altezza....

ora legale-ora solare.... mah... non me ne faccio un problema, ho buttato l'orologio anni fa... e vivo alla grande....
in ufficio mi guardano un po' male a causa dei miei orari un po' "elastici"... ma chissen....

blogspot dice predm..... mah... continuo a non capire...

gillipixel ha detto...

uhm...questo accostamento bindi-naomi mi fa sudare sette camice :-)
cerco di spiegarmi meglio, Maffy...l'idea era questa: prova a fare una passeggiata di 100 mt. nel centro di Radda in Chianti...poi prova a fare una passeggiata di 100 m. sull'Autostrada del Sole...gli strumenti di misura dicono che in entrambi i casi si tratta di 100 m., ma a me pare che siano 100 m. diversi fra loro...lo stesso succede per 1 cm., se appartiene alla Bindi o alla Naomi, o di un'ora del giorno (da cui viene tutta la menata sull'ora legale)...
per il resto, beata te che hai gettato l'orologio :-)
Grazie del commento :-)